Baci di Dama alla Nutella

I Baci di Dama alla Nutella sono la mia personale variante ai più famosi baci di dama piemontesi.

Nato tutto dalla voglia di festeggiare il Nutella Day in modo alternativo.

Ho voluto lanciare una sfida, insieme a @La_gianduiotta_ai_fornelli, sul mio profilo Instagram @storie_di_una_cuoca_per_caso: Preparare un dolce della regione di appartenenza e abbinarlo alla Nutella!

Molte persone devo dire si sono unite a questa avventura insieme a noi e io ho deciso che avrei dato tributo alla regione che mi ha accolto come una seconda casa: il Piemonte.

E che dolce fare che fosse stato adatto?

Bhè, lo ammetto, scegliere il Piemonte, con la sua tradizione di Nocciole igp Piemonte, con la sede della Ferrero ad Alba è stato voler vincere facile, ma non tutto è andato secondo i piani.

I baci di dama non sono semplici da preparare, non lo sono affatto.

Prima di riuscire a sfornare baci di dama alla nutella che potessero essere chiamati tali ho dovuto penare.

I primi sembravano delle polpette, per capirci.

Ma provando e riprovando alla fine sono riuscita a trovare una quadra.

Non sono semplici, come non sono semplici gli stessi piemontesi, ma quando capisci come prenderli allora tutto sarà bellissimo e buonissimo!

I baci di dama alla Nutella, cosa serve?

Farina 00, burro, cioccolato, o come nel nostro caso Nutella, mandorle (o nocciole), zucchero e nient’altro.

Eh si, i dolci piemontesi sono proprio come i piemontesi stessi: Pratici, senza troppi fronzoli, essenziali, ma dolcissimi.

Pronti?

Ingredienti

  • 150 gr di farina 00

  • 150 gr di nocciole (o mandorle) spellate e già fatte tostare

  • 150 gr di zucchero

  • 150 gr di burro freddo

  • Nutella

Mettere nel frullatore le nocciole tostate fredde con metà zucchero e frullare fino ad ottenere una farina fine e omogenea.

Inserire il composto nella planetaria (ma potete benissimo farlo anche a mano) insieme alla farina, lo zucchero avanzato e il burro freddo.

Montare il gancio k e lavorare l’impasto a bassa velocità fiche non avremo un panetto liscio.

Dare la forma di un panetto e avvogerlo nella pellicola e metterlo in frigo per almeno 2 ore.

Prelevare il panetto e con le mani formare palline d’impasto grandi più o meno 1 cm.

Disporle mano a mano nella teglia rivestita da carta forno mantenendole distanziate.

Finite tutte le palline riporre la teglia in frigo per un’altra ora (sarebbe ancora meglio in congelatore, ma la mia teglia non entrava)

Passata l’ora accendere il forno a 140° e inserirle da fredde per 15/17 minuti.

Sfornare i nostri baci di dama alla Nutella e lasciarli raffreddare nella teglia.

Quando sono freddi prelevare una quantità di Nutella e metterla sulla parte piatta del biscotto e accoppiarne un altro.

Ed ecco qui pronti i nostri Baci di dama alla Nutella.

Volete partecipare anche voi a questa iniziativa?

O volete solamente rifare i Baci di Dama alla Nutella?

Taggami sui social!

IG: @storie_di_una_cuoca_per_caso

Facebook: storiediunacuocapercaso

Consigli:

  • Perchè passarli così tanto nel congelatore o frigo? L’unico modo per non farli appiattire in cottura e far rimanere la classica forma a cupola
  • Se non fosse per il Nutella day i Baci di Dama li avrei farciti cpn un’ottima crema alla Gianduia.
  • I baci di dama si conservano per una settimana in un scatola
  • Vi ricordate che altre ricette piemontesi ci sono sul blog?


Reader Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *