Dado fatto in casa

Sto a dieta e penso che ormai si sia capito…

Visto che ho a disposizione 3 cucchiaini di olio evo a pasto, e visto che a me piace mangiare (e mangiare bene) ho dovuto ricorrere a dei piccoli stratagemmi che mi permettono di sopravvivere a questo nuovo regime alimentare senza piangere ad ogni pasto.

Un’idea che mi è venuta è stata di prepararmi il dado in casa.

Perché vi chiederete voi?

Semplice: il dado dà sapore e permette di usare meno condimenti, e farlo in casa mi permette di sapere cosa ci sia realmente dentro così da stare tranquilla.

I dadi in commercio solitamente si trovano in due formulazioni: granulare e in pratica mono porzione.

Io ho scelto la mono porzione, ma usando uno stratagemma particolare: ho surgelato i cubetti.

Questo mi permette di sfruttare il liquido che uscirà dal dado senza dover aggiungere altro, tipo olio evo, burro, ecc…

Ed è, inoltre, più pratico e veloce rispetto al dado granulare visto che salteremo la fase dell’essicazione (non tutti abbiamo in casa un essiccatore)

Insomma in questo modo avremmo un valido alleato in cucina totalmente privo di grassi: non è meraviglioso???

Ecco a voi la ricetta!!!

Ovviamente potete personalizzare come più vi aggrada con le spezie che preferite, io tendo a farlo basico per poterlo usare con la maggior parte delle pietanze.

INGREDIENTI

  • Acqua
  • Prezzemolo
  • Sedano
  • Carota
  • Aglio
  • Cipolla
  • Zucchina
  • Pomodorino
  • Basilico
  • Timo fresco

(Le quantità sono a vostra discrezione)

PROCEDIMENTO

Mettetiamo in una pentola capiente l’acqua, aggiungiamo tutti gli ingredienti tagliati a pezzettini e iniziamo a preparare il brodo.

Decidete voi quanta acqua utilizzare. Per fare un esempio: se il brodo che verrà fuori è destinato ad insaporire un risotto, allora lo farò concentrato mettendo meno acqua, rispetto a un brodo che poi verrà buttato. In generale mi terrei sui 3/5lt.

Pronto il brodo, prendiamo un colino a maglie strette e filtriamo tutte le verdure.

Finite di scolarle usiamo il minipimer per frullare tutte le verdure, fino ad ottenere una cremina più o meno densa.

Qui abbiamo due alternative: se vogliamo più liquido nelle cotture in cui andremo ad usare i nostri dadi, allora prendiamo le formine per i cubetti di ghiaccio, col il cucchiaino le riempiamo e surgeliamo, oppure per una preparazione più densa possiamo riutilizzare il colino a maglie fittissime coperto con lo scottex, filtrare di nuovo il composto per tutta la notte, e la mattina dopo riempire le formine e congelarlo.

Io per praticità e pigrizia uso sempre il primo metodo lo ammetto 😬😬😬

Ed ecco qui!

Pronto il nostro dado, da prenderne al bisogno.

Renderà i nostri piatti saporiti e ci permetterà di non usare l’olio evo, che avremo a disposizione magari per condire la verdura.

Vi ho convinti?

Fatemi sapere!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *