Ope in padella con pomodorini e patate

L’Ope è un pesce che non conoscevo, più comunemente chiamato Boga, fa parte della famiglia dei saraghi ed è considerato un pesce povero e non è particolarmente apprezzato per via del forte odore che le sue carni emanano se non eviscerato subito. Ovviamente tutte queste cose le ho scoperte DOPO che l’ho comprato giustamente. Io mi ero incamponita per via della mia lacuna in materia e dopo che ho scoperto che è anche un pesce abbastanza sfigato mi è piaciuto anche di più! 

Premessa importantissima! Nella casa dove stiamo in vacanza ho un fornelletto da campeggio con 2 fuochi solamente questo non mi permette di fare piatti troppo complicati e impegnativi e sinceramente in vacanza neanche le farei ????

Iniziamo? Bene!

Per un bella porzione di Ope in padella con pachino e patate per 2 persone servirà:

  • 3 Ope medie 
  • Pachino 250gr
  • Patate 5 medie 
  • Aglio
  • Prezzemolo
  • Olio evo 

Per prima cosa tagliamo a fette le patate e le mettiamo in una ciotola piena d’acqua.

In una padella capiente facciamo soffriggere i gambi di prezzemolo e l’aglio. Appena vediamo che l’aglio prende colore lo togliamo insieme ai gambi e ci mettiamo le patate e i pachino. Appena vediamo che le patate si ammorbidiscono aggiungiamo le Ope salate a parte e mettiamo un coperchio. Dopo 10/15 minuti le giriamo e facciamo finire di cuocere. Essendo un pesce piccolo si cuoce veramente in fretta.  

Nel frattempo tagliamo le foglie di prezzemolo e le lasciamo per impiattare il pesce. 

Ed ecco qui! Veloce! Buono e sano!!!! 

E si… mi era mancato terribilmente cucinare ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *