Tortino di patate con spada e chutney alla pesca

La ricetta che vorrei farvi conoscere questa volta è una ricetta molto semplice, scenografica e gluten free. 

Pronti? 

Avanti miei prodi!!!! 

Tortino di patate:

  • 1 patata media tagliata a dadini piccoli (0,5 cm) 
  • Timo
  • Olio evo
  • Prezzemolo 
  • Sale
  • Pepe
  • Tranci di pesce spada affumicato 50gr
  • Finocchietto

Chutney alla pesca (rivisitato)

  • 4 pesche medie mature con la buccia pelosa (è più facile da togliere)
  • 1/4 di cipolla
  • 1/2 buccia di limone
  • 3gr di pepe bianco 
  • Olio evo
  • Sale
  • Tabasco (facoltativo)
  • Taralli (facoltativissimo)

Ovviamente il chutney avanzerà e noi lo metteremo in frigo, magari in una busta sottovuoto e si conserverà per 2 settimane. 

Procedimento 

Tagliate le patate le facciamo bollire fino a che non diventino morbide e le facciamo raffreddare. 

Nel frattempo mettiamo in un pentolino a soffriggere l’olio evo e la cipolla, aggiungiamo le pesche a dadini e senza buccia e facciamo cuocere fino alla loro completa disfatta (sembra una guerra ???) 

Spegnamo e facciamo raffreddare. 
Riprendiamo le patate e le condiamo con pepe, timo, sale, prezzemolo e olio evo e lasciamo riposare. 

Riprendiamo la “salsa” e la frulliamo aggiungendoci la scorza di limone, pepe, sale e se la vogliamo un po’ piccante 2 gocce di tabasco e facciamo…. indovinate un pò???? RAFFREDDARE!!!! Bravi bravi!!!!

Ora riprendiamo queste benedette patate che si sono condite bene prendiamo un bel piatto di portata un coppapasta tondo lo spada e la salsa. 

Pronti!??? 

Nel piatto di portata facciamo la “virgola” con la salsa (come si fa???? Semplice!!!! Mettete un bel mucchietto di salsa all’inizio del piatto centrale e con la base del cucchiaio piatta tiriamo con un colpo deciso verso la parte opposta. Dopo 2/3 tentativi in cui penserete di tirarci il piatto dalla parte opposta vi assicuro ci riuscirete)

E dalla parte finale della virgola mettete il coppapasta e iniziate a mettere l’insalata di patate e pressatela un pochino. Sopra mettete lo spada e disponetelo, a seconda dei ritagli che avete, a raggera e metteteci come decorazione un ciuffo di finocchietto. 

E intorno per dar colore anche il prezzemolo tritato.  

Personalmente io seguo sempre la regola del 3:

  1. Croccante
  2. Cremoso
  3. Solido

Ovvero in un piatto cerco sempre di mettere una parte morbida che accompagni  e avvolga il cibo protagonista del piatto e una parte croccante che la esalti. 

Al ristorante dove faccio questo piatto non hanno condiviso la mia idea, ma io aggiungerei insieme al prezzemolo anche dei taralli sbriciolati. ?

Comunque taralli o no ecco il piatto finito(o quasi) 

BUON APPETITO ❤️ 

…se vi è piaciuta la ricetta CONDIVIDETE!!!!! E se la volete rifare mandatemi le foto sulla mia pagina fb storiediunacuocapercaso!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *