Domeniche

Le domeniche sono fatte per? 

  • Rilassarsi?
  • Recuperare le cose lasciate indietro?
  • Coccolarsi?
  • Uscire e divertirsi?
  • Pulire casa?

Per me ogni domenica è un punto interrogativo. 

Oggi ad esempio sono riuscita a svegliarmi tardissimo, rifare i letti e passare l’aspirapolvere, poi in vena di coccole culinarie per me mi sono cucinata gli spaghetti Rummo con pachino, porcini e salsiccia al finocchietto e dopo una bella cacciatora mista alla romana. 

La ricetta degli spaghetti è veramente molto semplice e veloce (grazie anche al fatto che porcini freschi non ce ne sono ora e sono ricorsa ai ripari con quelli surgelati) 

Mentre l’acqua bolle ho iniziato a fare un soffritto con olio all’aglio (fatto da me, al prossimo post vi spiegheró questo condimento che mi ha permesso di semplificare molto le preparazioni) gambi di prezzemolo per unirci poi i porcini surgelati. Li ho fatti cuocere, ma li ho mantenuti sodi (io li prendo da rivenditori all’ingrosso della mia zona, non sono quelli in busta surgelati che perdono tantissimi acqua). In un’altra padella ho fatto cuocere la salsiccia in pezzettini e poi ho unito i porcini e agli ultimi 10 minuti i pachino tagliati piccolissimi e di nuovo prezzemolo. Nel frattempo la pasta era quasi cotta, l’ho scolata e gli ultimi 2 minuti l’ho mantecata nel sughetto. 

Un piatto veramente semplice e di effetto! 
Ma non mi bastava signori!!!! No!!!!!! E allora ho pensato bene di farmi anche un po’ di carne (a mia discolpa durante la settimana causa lavoro non mangio pasta e la carne la vedo raramente) quindi ho ben pensato di farmi una bella cacciatora mista alla romana. 

Premetto che non so sinceramente se ce ne siano altre versioni, ma questa è quella che mi insegnó mia nonna e che porto avanti con orgoglio. 

Cosa ci serve? 

  • Carne di coniglio (messa in acqua e aceto rapporto 1:1 per almeno 1 ora)
  • Carne di maiale
  • Carne di pollo
  • Peperone
  • Olive verdi e nere
  • Vino bianco
  • Aceto
  • Rosmarino salvia e alloro
  • Olio 
  • Aglio
  • Pepe

Far soffriggere olio alloro rosmarino e aglio lentamente e con un po’ d’olio massaggiare con il sale e il pepe la carne tagliata a pezzettini. Mente l’olio soffrigge mettiamo la salvia e le olive e il peperone tagliato a listarelle. Mettiamo dopo 5 minuti la carne a fuoco alto e la lasciamo andare. Quando i suoi liquidi si staranno per asciugare irroriamo con vino bianco e facciamo sfumare, appena sfuma abbassiamo il fuoco e facciamo cuocere. Quando vediamo che il liquido scarseggia allora ripetiamo l’operazione di prima ma con l’aceto. Sfumiamo e spegnamo. Serviamo e… 

BUON APPETTITO 

Ovviamente ora sto spiaggiata sul letto con i piatti da fare e la lavatrice da stendere, ma sono troppo piena per alzarmi… forse fra mezz’ora ?
Se vi chiedete perché io metto la carne di coniglio a bagno è perché trovo il suo sapore e odore troppo forte. Se a voi piace potete benissimo evitare quel passaggio!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *